11 commenti su “Inasprita attesa

  1. Rosy@ una volta ho scritto che l'assenza non è un vuoto ma è in realtà un pieno perchè si espande dentro di noi e ci riempie col suo vuoto…una strana compagnia

  2. Nell'assenza noi siamo.
    Almeno come sogno rimaniamo.
    Per poi scuoterci di dosso quella ragnatela
    e cadere nell'abisso veloce della vita
    presente.

    Un bacio, cara Margot

  3. Nei versi, molto suggestivi, la sensualità pare spezzata in sussulti, singhiozzi e spasimi, tra il piacere e il dolore, l'ubriacatura del momento magico e l'attesa ascetica di un nuovo momento.
    L'endecasillabo finale scioglie la tensione in un esito musicale.
    Sei molto brava, complimenti.
    🙂

  4. Daimon… sarà anche così, forse perchè siamo poeti , ma lo trovo davvero massacrante

    Eli..il corpo ha memoria, memoria a sè

    Ulisse…vivere la distanza non è il mio forte, ma i sogni sì, e se anche qualcuno me li volesse rapire non ci riuscirebbe mai

    Giordano… mi avvalgo del quinto emendamento, e ti ricordo con Pessoa che   "Il poeta è un fingitore. Finge così completamente che arriva a fingere che è dolore il dolore che davvero sente."
    e continuo dicendo che si riesce a fingere solo cosa si prova veramente…
    fai tu

    Live…amare è immaginare ciò che ci manca

    besitos…<3 ❤ ❤ ❤ ❤

  5. sarei tentato di chiederti se la poesia si riferisce a una cosa "vera" oppure è il mero frutto dell'ispirazione poetica fine a se stessa… ma ci mancherebbe che tu mi debba rispondere su una question così privata…

    comunque è molto evocativa.

    Giordano

  6. Non rompere il leggero vetro che si pone tra il vero e il sogno, sognare è esistere, prepararsi per un amore è amore, viverlo lo è ancor di più. Sentire il fruscio della spazzola sui capelli è amore, far pulsare e vibrare il proprio animo è amore. La distanza spesso ci mostra angoli sconosciuti di un amore spesso  ignoto

  7. se la mente non esistesse
    con cosa potremmo capire
    se non col corpo…

    così tutto quel che resta sembra niente

  8. E' nell'assenza che sentiamo di più ciò che desideriamo.
    E' nell'assenza che apparteniamo di più a ciò che vogliamo.

    Un saluto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...