19 commenti su “Barbie_barbona

  1. Margot, mi è dispiaciuto leggere del momento poco felice….la primavera però non è poi tanto lontana e volendo se ne può
    già avvertire l'aria benefica…
    un caro saluto…

  2. non credo si possa divenire barboni per libera scelta.

    piuttosto bisogna scrollarsi di dosso l'idea romantica del barbonaggio che è un dramma sociale in diverse realtà.

  3. Non mi sono dimenticata di te…sto solo aspettando una serata un pò più tranquilla per venirti a trovare 

    Un bacione
    Cristina

  4. ciao Orfa ti ripeto che la tua visita è un piacere e ciò che dici mi gratifica enormemente…

    ora ti metto tra i link, se non devo cercarti sapere dal rexsaturni

  5. Ciao cara Margot .
    Ho letto quasi tutte le tue poesie e dentro ci ho trovato le due facce della nostra esistenza scialli sulla testa e vecchi cosmetici compresi.
    Agrodolce il tuo inchiostro, ma la penna è fiera.
    Un caro saluto
    OrfA

  6. Cristina...Marco… la coppia più bella del mondo, siete sempre in perfetta sintonia. un bacio ad entrambi

    Eli@ grazie…come sempre le tue parole non mai a caso. i poeti sono l'anima del mondo, soffrono e gioiscono col mondo nella loro presunta inutilità

    Daimon@ bentornato, di un poeta della passione si sente sempre la mancanza.
    mi torna in mente una canzone di gino paolo…. i gatti si difendono così, mostrando sempre tanta indifferenza… i vuoti sono così difficili da riempire

  7. Anche io ho spesso pensato che certi barboni si sentano più liberi di noi, gente inquadrata nel labirinto sociale.
    Non so perchè ma quel "vuoto di gatto randagio" l'ho sentito per un attimo mio, o forse "nostro".

    Un bacio

  8. sì, sono d'accordo sull'idea che possa trattarsi di un gesto estremo di libertà. Poi una vita che finisce col raccogliersi negli occhi di una poetessa
    ha già trovato il suo senso

  9. Bellissima poesia riflessione introspezione esternazione, come sempre una magia :-)))

    La vita è un vento di parole che gonfiano le vele…

    Buona domenica 

  10. E' incredibile questa poesia…. descrive ogni piega dell'anima, ogni pensiero, riflessione, sensazione provato in questo particolare incontro…
     Il" duello di occhi di spillo" è ciò che resta dentro l'anima…
    A volte sono scelte di vita, molto spesso direi…. nell'incapacità di far fronte ad un sistema societario così rigido ed inquadrato…quando non ci si sente in grado di poter correre come gli altri… o quando ci si rifiuta di farlo per propri personali motivi… quando la vita svolta ….
    Un abbraccio e nel frattempo… ( tra qualche giorno finirò i lavori…vedessi che bel risultato! )

    Una Buona Domenica tutta per te 

  11. va benissimo come discorso Stella
    lo so che a parole sembra facile fare un'affermazione del genere, ma talvolta, guardando queste persone, le ho viste felice…

    non essere integrato, non essere classificato, non essere inquadrato, non dover rispondere, preoccuparsi solo di trovare il cibo per la giornata… è un paradosso di libertà

    lo hai letto il libro di Margareth Mazzantini, Zorro? è un libro di poche pagine e racconta la storia di un barbone che è diventato tale per scelta in seguito ad eventi della sua vita… commovente e illuminante.

    buon fine settimana a te,,, io sono ancora tappata dentro casa e mi sto stufando…ho anche tentato di fare shopping su internet, per fortuna c'è stato un inghippo :);;)))

  12. Bisogna vedere se questo "stato di libertà estrema" è  una scelta veramente libera … a volte si rimane incollati a dei modi di vivere, di essere 
    Per scelta  dici tu ?
    Ma questa scelta da cosa è stata determinata ?
    Lo so è un discorso lungo, non adatto al commento di una poesia ….

    ciao e buon fine settimana   🙂
    Stella

  13. Stella@ e che ho sempre pensato che darsi al barbonaggio sia uno stato di libertà estrema oltre che di stenti

  14. Vedere un essere umano sofferente e non riuscire a fare nulla .
    E' una situazione in cui prima o poi ci si trova tutti. 
    Tu sei riuscita a descriverla molto bene 

    ciao
    Stella

  15. Una poesia che ci fa entrare dentro come  se fosse un racconto…
    Brava Margot, come sempre
    E un bacio, baby

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...