6 commenti su “I ferri roventi incespiacano tra le pieghe del cuore


  1. Lucio Mariani

    Après l’amour

    Senza anni né lamenti sulla terra solenne
    fra le morbide virgole del bene, il ventre
    stilla
    l’ultimo saluto per te che ottusa come dio
    non sai di aver dipinto con sabbie spente
    questi acuti colori. Solidamente
    m’insapora
    le labbra quella pesca granata che ha fatto
    l’osso docile e più lievi d’un passero
    le vene.

  2. L’amore partorisce rose… partorisce spine..
    la sua placenta ci ricopre come il cielo ricopre la terra..
    un bacio margot..
    i tuoi scritti meritano tanto.

  3. … Perche’ mi sovvien, a commento fuori luogo di questa tua, solo questo lampo di parole non mie, antiche?…

    “Flectere si nequeo superos, Acheronte movebo”.

    un soffio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...