8 commenti su “Sacro e Profano

  1. Flavio@ che tu sappia cogliere non ho mai avuto dubbi..la metafora del guado è molto calzante.
    è una poesia-prosa in cui il verso viene assorbito dall’emozione.
    in quanto alle “parole della domenica”, come le chiama il mio amico Paolo, non credo che siano un mio limite ma un limite di chi legge e non si incuriosisce per nuovi significati, ovvio che non mi riferisco a te, ti conosco abbastanza bene per poter dire che certamente il tuo vocabolario è espanso.
    a me pare di non conoscere mai abbastanza termini con cui far vibrare i versi, alcune parole, specie quelle che conservano evidente una radice greca (visto che ami il teatro greco ne dovresti convenire) conservano la sacralità che mi è necessaria per esprimere ciò che sento.
    ricambio il bacio
    Margot

  2. Apprezzo fortemente il tentativo che fai in questa poesia molto trasversale in cui il verso non si pone, nè si oppone. Nelle prime righe riversi lemmi tipo “uroborico”, o “ierofania numinosa” francamente un po’ ostici a un vocabolario, il mio, sicuramente più povero del tuo. Un tentativo che ti pone a metà guado (almeno per quanto afferisce la tua poetica), ormai non piàù visibili le sponde conosciute, non ancora trovate quelle sconosciute. Un bacio.

  3. Splendidi versi mistici e carichi di esoterismo. Un bacio. Buonanotte.
    Ps. vieni a trovarmi, anche per curiosità.
    —Fulvio—

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...