18 commenti su “La sensualità dei papaveri

  1. non il papavero-come si dice la rosa-
    i papaveri
    campi ondeggianti di papaveri come le emozioni della vita.Il papavero è il fiore della rossa follia,come il suo odore asprigno e appiccicoso.Ben l’ho riconosciuto nella tua scintillante cascata di parole

    feliz noches
    Lunaa

  2. Cara,eccomi….si sono frizzantina…e serena.Spero che duri un pò sto periodo,la testa mi si è un pò alleggerita.A te come va?
    Un bacio…
    Mari

  3. ciao Mari, sei sempre frizzantina?
    pensavo…. perchè non ti fai fare un falso d’autore da uno bravo, una riproduzione del Campo di papaveri di Monet? E’ un quadro bellissimo.
    Gli impressionisti non sono tra i miei preferiti, ma quel quadro mi piace particolarmente, emana una serenità cristallizzata che rassicura…
    un abbraccio cara
    M_

  4. Mi prendi per il culo Yotanka?
    Io compio sempre errori di battuta e lo sai benissimo….

    “galeotto fu il libro e chi lo scrisse”

    non era di rosa?
    questi sono segreti che non posso svelare neanche a te, mio caro.

    io ho un debole per i peperoncini: li metto anche sul gelato!!!!

  5. Margot che compie errori di battuta??? questo è uno scoop da novella 2000,
    devi proprio essere travolta dalla passione e dai sensi…
    vivi in quella ipnagogica fase della vita in cui una seatta squarcia le nubi e tutto si tinge di azzurro???
    come ti invidio
    io non vedo tulipani ma sono contento lo stesso perchè i peperoncini che ho piantato cominciano a crescere,
    anche queste sono soddisfazioni

    Yotanka va bene, nè yoty nè tatanka

    io l’Australia me la sono attraversata da solo, non era certo la condizione ideale per socializzare con gli aborigeni, ne ho visti pochi in qualche villaggio, se fai un giro come il mio ti vengono date delle mappe che non attraversano certe zone, anche perchè arrivare a destinazione significa riconsegnare il pk che hai noleggiato… eh eh eh!!!!

  6. sì, yOTY, la perversione logica del mio pensiero segue la matrializzazione di un percorso perverso carico di puri bisogni…..
    preferisci che ti chiami Tatanka Yotanka, grande capo e guerriero?

    Tu sei stato in Australia, quindi dovresti sapere che per gli aborigeni più nomi hai e più sei potente, sii contento dunque.

    e poi i gatti non sono stupidi!! adottano dei sistemi di comunicazione alternativi; la loro innata diffidenza sarà frutto delle persecuzioni secolari subite e allora si difendono così…

    per fortuna ho tante chiavi a disposizione,
    un bacio a
    Morgan-ciccino
    M_

  7. “dormi sepolto in un campo di grano
    non è la rosa non è il tulipano
    che ti fan veglia dall’ombra dei fossi
    ma sono mille papaveri rossi”

    De Andrè

  8. il papavero è un fiore importante.
    è il fiore che si gettava sulla tomba del soldato caduto in battaglia, in segno di onoreficienza.
    il papavero, una pianta così infestante, da essere innata come l’idea stessa della guerra,
    o dell’amore, che colpisce il campo di grano, bello e dorato, con la sua rossa passione di sangue.
    il papavero è un fiore ingiusto, così sottile per diffondersi al vento, troppo sottile per vincere il tempo.

    bacibaci

  9. chi è Yoty????
    forse la perversione logica del tuo pensiero???
    io sono stato in Australia, i canguri non sono così socievoli, sono animali di merda che rompono i coglioni, più o meno devono essere gestiti come i coccodrilli e i serpenti, anche se sai che ne ho avuto in casa uno per otto anni, animali stupendi che meriterebbero gloria più dei gatti, animali stupidi; oggi convivo con un cucciolo di Terranova, ha pochi mesi e già pesa trenta chili, il suo peso è ininfluente, ciò che conta è il carattere che porta in dote… allegro, festoso e non agressivo… io mi sento il padrone di un cane da proteggere, non un padrone che rende il proprio cane un arma da difesa, è grande e grosso, socializza con tutti, ha istinti protettivi, non si attacca con nessun altro cane… non li caga neanche… Forse nella mia vecchiaia Morgan diventerà una protezione… forse, io non glielo chiedo, mi basta il suo scodinzolare quando torno a casa… il resto è tutto relativo,
    questo post ha un senso… chi trova la chiave apra la porta…!!!!!!

    Yotanka

  10. Yoty…bisogna avere molta pazienza coi cuccioli di tigre dominanti, sono quelli che danno sempre più soddisfazioni anche se non vengono addomesticati mai!!!!

  11. fossi un Napoletano istintivamente scriverei:…azz… che bel pezzo, complimenti, toccante e probabilmente veritiero, espressivo e realistico, invidio il destinatario del tuo pensiero, ammesso ce ne sia uno. Cucciolo di tigre dominante? che significa? attraversi il cerchio infuocato solo quando lo decidi tu? ciò che dice il domatore non conta? L’amore è sempre un paradosso, è il paradosso della vita, forse i papaveri c’entrano poco, esistono distanze incapaci di trasportare profumi ma in grado di creare essenze in ogni parte del mondo. Non sono in grado di immaginare cosa possa risponderti l’eventuale destinatario di un così profondo pensiero ma azzardo un suggerimento. Il provenire da mondi diversi, il vivere e l’essere diretti in mondi diversi può solo essere un valore aggiunto riservato a pochi eletti capaci di applicarsi traducendo con successo messaggi trasmessi in lingue arcaiche. L’Australia è una terra vergine piena di risorse e insidie, generosa e spettacolare, cattiva e accattivante, per conoscerla devi rischiare la vita, è vero, sante parole, se fai tutto bene ti premia, anche questa è verità… si, ti premia lasciandoti vivo.

  12. Ho sbagliato a scrivere, non emettere luce in ragione di un altro, ma emettere luce di riflesso, per merito d’altro

  13. finalmente ti sento frizzante Mari!
    hai visto quanti papaveri ci sono in giro quest’anno? sono dapperttutto, mi chiedo come mai…
    notte cara, non so se potremo sentirci nei prossimi giorni, ho un pò di impegni, nel caso sai come trovarmi.
    M_

  14. i papaveri si ammosciano facile…
    non hanno il romanticismo della rosa, fiera davanti alla sua fine tragica, né la fermezza mistica dell’orchidea.

    sono fiori olandesi, come tali non credono in nulla. nemmeno in se stessi.

  15. Margot…è eccezionale!!!Adoro i papaveri,insieme alle rose ed ai tulipani sono i miei fiori preferiti!Li trovo selvaggi,liberi,in quei campi dove si mischiano con l’erba restando rossi e forti,nonostante i venti.E’ da un pò che cerco un quadro che li contenga per il mio studio ma ancora non l’ho trovato.Sinceramente non avevo mai pensato alla loro sensualità…d’ora in poi li vedrò anche così…
    Ti dirò…forse a volte sono stata un pò papavero,con un pò di sana incoscienza…e non sono per niente pentita…anzi…
    Oggi la mia giornata è stata molto soddisfacente e con questo tuo scritto ho chiuso davvero in bellezza!Grazie di cuore amica mia…un bacione…
    Mari

  16. Dolce amica, grazie sempre per il tuo “esserci”.
    Io non conosco altro modo di amare che amare senza riserve. Che sia un papavero anche io?
    Ti abbraccio con immenso affetto.
    Giò

  17. Scrissi proprio ieri che l’amore è denudarsi, perchè i ponti si costruiscono dalle fondamenta. Denudarsi anche dalle nostre deviazioni, quelle necessarie ed imposte, volute o non volute, come un punto di approdo comune, dove si risplende in ragione dell’altro, emettere luce ecco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...