17 commenti su “Lady Macbeth e Lord Macbeth

  1. ti ritrovo dolce Margot,come catellana custode di misteri,la notte che non offusca il tuo sguardo,è uno stiletto attraversando il corpo di sangue degli splendori Shakespiriani
    piacere di salutarti nel tuo splendido blog


  2. In silenzio.

    Aveva una voce bellissima.
    Non le piaceva parlare molto.
    Diceva che non amava il superfluo.
    La sua era solo timidezza.
    E la timidezza “parla” solo quando il silenzio non è necessario.
    Il silenzio della timidezza è tanto bello che non va interrotto con parole vane.
    Come le emozioni.
    Perfino dire “ti amo” a volte equivale ad ucciderle.
    Ecco come mi sentivo guardandola rapito.
    In quegli occhi un pò bui e malinconici trovai il firmamento.
    In un cielo a volte estivo ed a volte uggioso, coperto da nubi
    più per pudore che per altro.
    Un cielo che però quando s’apriva era tutto scintille e nebulose.
    Grande come il vuoto che a volte l’assorbiva…
    E pieno…pieno come il dolore che l’aveva toccata.
    Si.Aveva una bellissima voce.
    Ma lei preferiva tacere quando ascoltava il rumore dei suoi dubbi.
    Rimaneva in sospeso, così.
    Perchè di risposte non ne aveva mai.
    Un giorno le presi la mano.
    La sua risposta fu di lasciar brillare una lacrima.
    Ed io ci vidi dentro tutto il suo fuoco riflesso.
    E l’abbracciai, semplicemente.
    E la baciai profondamente.
    E poi facemmo l’amore.
    Lo facemmo con amore.
    Lo facemmo in silenzio,
    il suo silenzio,
    che diventò nostro.
    Ed in quel silenzio
    quando giunse il dopo
    scivolammo addormentati
    in un sogno che avevamo già vissuto.

  3. Invidio a Macbeth la capacità di estinguere la luce bugiarda delle stelle con i suoi neri desideri.
    Ogni luce in questo cosmo è un sacrilego furto demiurgico.
    Il mascolino non corrisponde ad alcun archetipo, è soltanto grasso terriccio impastato con seme titanico.
    Un oceano di baci

  4. per l’utente anonimo:

    utente anonimo,l’aggettivo capricciosa è molto riduttivo per quanto mi riguarda e non riesce a designare una personalità complessa e controversa come può essere la mia.
    Sappi, però, che per quanto apparentemente “capricciosa” ogni mia azione è il frutto di un raro istinto-guido innato e forgiato negli anni della mia vita….
    Se tornerai e vorrai palesarti, anche privatamente, mi potrai spiegare meglio questa tua asserzione così sintetica.
    Margot

  5. [no oggi sono di riposo…e mò t’ividio pure…mareeeee:-P°°°°°…ma verso le 15 vado ad accompagnare mio fratello in stazione va a torino…LUI…e poi mi fermo a comprare il biglietto per i Placebo a brescia….si ci sono stasera:)]

  6. Mia dolce Margot dov’è dunque finita la tua dolcezza se posti frasi così crude e sanguinolente?
    Che sia colpa della bicicletta?
    Buonagiornata…

  7. Molto bella, selvaggia e forte…

    “Rivoluzione cibernetica” era una poesia che stavo per non pubblicare perché anche a me dava l’idea d’essere poco poetica ma lo voluta pubblicare ugualmente perché di meglio non sono riuscito a fare con quei pensieri…
    Il sito Arte digitale credo che adesso funzioni, mi fa piacere che hai pensato di andare a darci un’occhiata, anche se è un pò che non creo cose nuove…
    Ciao, bonsoir :*
    Manu

  8. Psichedelica e mononotona poesia. Hai uno stile unico Margot.

    Arrivederci, per servirti, OzWizard

    P.S.: Ho sempre apprezzato le opere di Shakespeare.

  9. Macbeth, assassino per futile motivo, colonna infranta, ha ucciso la Notte, ha spento tutte le stelle.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...