19 commenti su “

  1. Ciao cara Margot,la tua lirica,è bella,come lo sei tu,meriti le chiavi della gioia.Un abbraccio Dora44

  2. Ciao, come stai?
    Ho perso la strada per la tua foto, che volevo riguardare…
    L’hai tolta?
    A presto.
    Scaramouche

  3. il saggio di Lowen insegna a individuare l’origine del male in un lontano orrore, mai del tutto sopito, immerso nell’ombra, di cui il diretto interessato quasi mai è consapevole…
    Un abbraccio, buon fine settimana
    A.

  4. Sono un gatto cui hanno limato le unghie,
    sono un angelo cui hanno tarpato le ali.
    Hanno detto di me le cose peggiori
    che si possono dire a un uomo.
    Ma cos’è un uomo?
    Un uomo è anche colui che regala una rosa
    con l’innocenza di un bambino.
    Un uomo è prima di ogni cosa
    colui che sa amare con la purezza del cuore.

    un abbraccio
    cAT

    ***

  5. Carissima Margot, quando ero piccolo sognavo spesso rampe di scale infinite, ma non salivo, scendevo. E la luce era sempre meno. Sapevo che non c’era termine alla discesa, e che sarei giunto nell’oscurità assoluta, un nero solido come acciaio, senza potermi fermare… La nascita è la peggiore delle maledizioni. L’unica speranza per il futuro è che il Cosmo intero si strappi di dosso la biologia… Sogno l’Universo Sterile.
    Un bacio e buon fine settimana

  6. Le chiavi… mi piace questa svolta… dal dubbio alla speranza… i gradini saranno anche tanti e ripidi, però il tuo respiro affannoso ha bisogno di un sospiro affannato dentro un piacere finale senza pari…

    Un bacione e buon we
    Flavio

  7. Mi sembra quasi di salire tra i tuoi versi…c’è nel ritmo quella sensazione…molto bella,intensa…
    Ti ringrazio x i tuoi commenti,mi fanno pensare che ancora a senso tirare fuori un pò di emozioni sottoforma di poesia…
    :*
    Manu

  8. finché si sale, tutto va bene … 😉

    un abbraccio
    Carlo

    p.s. io sto bene, ho cancellato quasi tutta la “realtà”, anche quella “virtuale” … MMS = molto-meglio-soli !! 🙂

  9. “Salire sempre”: è il motto, in fondo bello, di un saponificio.
    Salire per crescere, o per non sprofondare; salire per guardare dall’alto o per guardare più in alto possibile; salire per soffrire fisicamente, e può essere cosa migliore che soffrire nell’anima.
    La tua tristezza mi affascina, Margot, e in fondo, al femminile, mi somiglia…
    Ciao
    Scaramouche

  10. Piccola.
    Temo che questa scala diventi
    un dirupo! quindi tieniti al centro
    per non cadere e guarda avanti,
    la vedi la luce lassù in cima?
    quella è l’ uscita è lì che devi
    arrivare ma senza più voltarti
    INDIETRO…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...