22 commenti su “

  1. Beh, senz’altro io rischio! E voglio con tutte le forze sconvolgere la mia vita. Cosa ci sarà dietro la porta? Oltre il buio? Non lo so, ma lo voglio sapere, sempre, anche se a volte fa paura.
    ciao!


  2. Afferro le sue mani
    e la stringo al mio petto.
    Tento di riempire le mie braccia
    della sua bellezza,
    di depredare con i baci
    il suo dolce sorriso,
    di bere i suoi bruni sguardi
    con i miei occhi.
    Ma dov’è?
    Chi può spremere l’azzurro dal cielo?

    Cerco di afferrare la bellezza;
    essa mi elude
    lasciando soltanto il corpo
    nelle mie mani.
    Stanco e frustrato mi ritraggo.
    Come può il corpo toccare
    il fiore che soltanto
    lo spirito riesce a sfiorare?

    R.TAGORE

  3. Non bisognerebbe mai buttare la chiave…bisogna avere il coraggio di cambiare,di evolversi…perdersi non è mai un completo perdersi perché alla fine ci si ritrova cambiati ma sempre con qualcosa di ciò che è stato…
    Ciao,baci
    :*
    Manu


  4. Non c’è altro. Solo la donna per rallegrarci,
    solo occhi di donna per riconfortarci,
    solo corpi nudi,
    territori in cui l’uomo non si stanca.
    Se non è possibile dedicarsi a Dio
    nell’epoca della crescita,
    che cosa dare al cuore afflitto
    se non il circolo di morte necessaria
    che è la donna?
    Siamo nel sesso, bellezza pura,
    cuore solo e pulito.
    *Non c’è altro. Solo la donna*Jaime Sabines*
    grazie di cuore
    BUONA DOMENICA
    Tony

  5. Al centro di questa immagine c’è una chiave, che serve ad aprire l’anima ed i suoi segreti. I segreti hanno mille sfaccettature e mille ragioni di esistere, tutti ne abbiamo, anche se neanche ce ne rendiamo conto. Segreti non solo come cose da nascondere perché non le accettiamo, ma anche segrete speranze e segrete potenzialità che non possiamo o vogliamo usare in quel momento….Chi può conoscere i segreti di una persona se essa stessa non li disvela? Rivelazione come conoscenza dell’anima, difficile da farsi, prima di tutto con noi stessi…Ciao!

  6. Non è facile dare una risposta,
    ma è più semplice dire che il
    destino fà il suo corso!
    tu sai cosa intendo io! di certo
    non possiamo sapere,non possiamo
    nemmeno immaginare…
    come si può lottare col destino
    che improvvisamente ti schiaccia con la sua prepotenza! si ti dona
    gioie inaspettate e quello che si
    acquista da una parte si perde dall’altra. Comunque io la porta la riattraverserèi…
    buonanotte Piccola.

  7. Ci sono porte che si possono aprire ed altre che invece rimangono sprangate. Forse dovremmo chiederci da che parte stiamo se al di là della porta, quindi già nell’anima, o al di qua della porta, quindi fuori da ogni tormento ed estasi.
    Questo blog è bellissimo!

  8. La vita è sinonimo di smarrimento.
    Se si buttasse via la chiave priveresti te stesso della vita.
    Semplicemente.

    Il quesito è: sei disposto a vivere…o no?

    Un abbraccio, Margot.

  9. ciao, mi ritrovo in questi pensieri e mi viene in mente quella luce infinitamente piccola ma che c’è lì il qul profondo universo buio del mistero. Ne abbiamo parlato, ricordi? Ecco mi riporto a quella misteriosa luce che c’è in noi. Cercala con gli occhi del cuore e non con quelli della ragione. E i tuoi occhi seno perfetti!……e vedranno cose splendide, nascoste perchè preziose.

  10. Meglio entrare e guardare. Meglio mettersi in gioco, Margot, stimolando il proprio animo, la propria intelligenza. Come si può scegliere senza vedere?
    Buona domenica
    Scaramouche

  11. …se anche tu precipitassi in un abisso, ve ne sarebero sempre di infiniti e inesplorati…tanto profondo e vasto è l’animo umano, privo di confini…ma penso pur sempre che, una volta che sia compiuto il periglioso destino (che è fede, fede in se stessi), si debba fare ritorno a Itaca, e piantare finalmente per terra il remo in onore del Dio…
    un abbraccio
    A.

  12. Restare lì nel mezzo non puoi, saresti soggetta a correnti, ancor di più a bufere di pensieri… e forse una volta tentare l’azzardo? Sconvolgere la vita e usare quella chiave come arma, arma di difesa e grimaldello di una nuova frenesia emotiva?

    Un bacio
    Flavio

  13. Carissima Margot, se oltre la porta ci fosse l’Oblio Eterno, mi ci butterei…
    Mille baci e buon fine settimana

  14. meglio l’inferno che l’ignava sorte dovuta ad un tentativo mancato. Ci proverei sempre, male che va, andiamo a fuoco!

  15. E’ inutile buttare via la chiave.
    In qualche modo ti ritroverai nello stesso punto, di nuovo la chiave in mano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...