6 commenti su “

  1. Dal verde
    emergono braccia annerite
    che cercano appigli
    per colorarsi di nuovo

    Si appiccicano i piccoli insetti
    dalle sue ferite
    ancora scende
    resina ambrata

    Una nuova pioggia
    di quelle insistenti e forti
    rinvigorisce le crepe della terra
    e disseta le forti radici pulsanti

    L’annerite braccia
    non tutte secche erano
    e se non è questa primavera
    la prossima germoglieranno

    Questa cara amica te la commento così e la pubblico sul sito.
    mi hai fatto venire i brividi!

    mauro

  2. La bellezza dei tuoi versi tende invece alla vita, Margot.
    Alla vita.
    Posso offrirti un caffé virtuale, sedermi con te e scoprire il mistero del tuo sorriso?
    😉
    Scaramouche

  3. Carissima Margot, temo che sia successa una catastrofe. Da oggi sono anch’io un albero disseccato i cui rami si protendono verso la Morte. Ci teniamo compagnia nel deserto senz’acqua.

  4. Ciao…
    Malinconia trovo in queste parole…un albero morto che però prende vita attraverso di te nonostante tutto…
    Sono stato un pò fuori dal virtuale,vedo però che qui c’è molto da prendere dalla tua arte che condividi.
    Ciao :*
    Manu

  5. .. dove c’è vita non ci può essere la morte…per questo la reputo “positiva”… si sente lo schiudersi delle gemme!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...