7 commenti su “

  1. Dobbiamo amare prima noi stessi per essere consapevoli di poter provare un amore puro anche verso il prossimo.
    L’autoresponsabilità di rendersi liberi per non essere sottomessi dall’amore altrui ma essere complici di una persona al nostro stesso pari che non è schiava del suo sentimento.
    Crescere assieme, l’uno mediante l’altro, questo è l’amore.

    Mi fanno sempre un immenso piacere le tracce che lasci sul mio blog.
    Grazie.

  2. Tutto questo è terribilmente vero..salvo poi mettere la vita e il dolore nelle mani degli altri.
    un abbraccio
    Ste

  3. Dovrei concordare….
    eppure qualcosa dentro mi spinge a pensare che,
    senza l’interazione con l’esterno, troppo grande è la responsabilità, insopportabile la sofferenza.
    Un abbraccio.

  4. “Essenza d’ogni cosa
    è eternità silente.
    Solo nelle cose c’è un canto che si sente.
    Quando invece nostra melodia non dura e vola via.

    Canta mio sangue,scuro,
    pieno di nostalgia.
    Per arcobaleni veleggio
    incontro al silenzio divino”.

    Sono d’accordo col pensiero di mr C. , ma dovremmo stare attenti anche a non restare prigionieri della nostra interiorità e del nostro dolore, poichè il contatto con l’alterità potrebbe fornirci nuovi “indizi” per percorrere quei sentieri “che noi sconosciamo eppure possediamo”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...