2 commenti su “

  1. INCOLORE

    Di noi due conservo uno sguardo triste
    Fiori senza profumo deposti tra le pagine di quel libro
    Lacrime infinite, amare che segnano il mio volto
    Il ricordo di baci di cui non ricordo più il sapore
    La pioggia incessante di un inverno senza fine
    E la durezza del tuo sguardo.

    E questi ricordi
    intristicono il mio cuore
    in quel malinconico autunno di tanto tempo fà.

    Questi ricordi sono oramai solo ombre
    che tornano a volte x oscurare l’anima mia.

    Oramai i miei occhi non cercano più il tuo sguardo
    Il tuo nome è un eco ormai lontano
    Cerco di liberarmi da questa angoscia che ancora mi tiene ancorata al tuo ricordo
    Rosa recisa
    l’Amore è orami spezzato…

    nunass
    #2 22:13, 08 agosto, 2005

    NERO

    Di noi due conservo uno sguardo interrotto
    Una rosa bianca deposta tra le pagine di un libro
    Lacrime che scendono a segnare il volto
    Sapori di baci di bruciante gioventù
    Il fragore crepitante della pioggia
    E il nero senza fondo dei tuoi occhi.

    E questi ricordi
    Annegano me stessa
    In un amaro autunno senza storia

    E questi ricordi
    Danzano nella mia anima
    Come fragili ballerini senza musica

    Cercano ancora i miei occhi il tuo sguardo
    Il tuo none è un sussurro sulle mie labbra
    In te vivo una magia
    Che sembra tenermi prigioniera
    Profumato giacinto
    Sei stato tra le mie braccia

    Aleteia
    #1 13:17, 08 agosto, 2005

    mi piace davvero molto..leggerti
    S.

    vernice

    ho letto altre poesie simili……qualcuno ti copia?

  2. BIANCO

    Di noi due
    conservo una fuga di sguardi,
    una rosa schiusa tra le pagine di un libro,
    due lacrime versate che rigano un volto,
    il sapore di un bacio che sa di amore antico,
    l’odore e il silenzio di una pioggia,
    il grigio di un cielo sciolto nei tuoi occhi.

    Perché questi ricordi
    annegano il mio cuore
    in una dolcezza di autunno ferito?

    Perché questi ricordi
    soffiano nella stanza della mia anima
    come un vento insistente e senza voce?

    Nei tuoi occhi
    il mio sguardo ancora fugge
    e sulle mie labbra trema il tuo nome.
    In te ho vissuto un mistero
    che tuttora non si svela…
    Viola del pensiero
    la tua anima tra le mie braccia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...